Navigando sul nostro sito accetti la privacy policy. Il sito utilizza i cookie di terze parti per profilare gli utenti

Stampa
Visite: 3955

Nell'immediato dopoguerra , durante l'occupazione alleata , inizia la storia dei Radioamatori di Imola.

Chiunque poteva fare il Radioamatore senza tante formalita', i nominativi venivano assegnati dalla nostra associazione che si chiamava allora Associazione Radiotecnica Italiana , tutti avevano un unico prefisso, I1 (Italia 1) , e anche il gruppo di nove radioamatori imolesi avevano questo prefisso e si incontrarono presso il Ristorante Zio' nel lontano 1946 , per gettare le basi del gruppo di appassionati di radio che si era venuto a creare.

Sotto vediamo la foto e l'elenco dei presenti: (da sinistra a destra )

Giuseppe Montuschi

Aldo Babini

Paolo Bartolini I1AUG

Fernando Casadio I1KF

Armando Nildi I1ACO

Giorgio Beghini I1AHW

Aldo Balocco I1BA

Augusto Minardi


Il gruppo e' cresciuto pian piano negli anni, e frequentava la sezione di Bologna per le pratiche della attivita' radioamatoriale, fino a raggiungere il numero minimo necessario per creare la Sezione di IMOLA nell'anno 1976.

Parte cosi' una vita propria della sezione di Imola, che vede aumentare piano piano il numero dei soci, grazie sopratutto all'impegno per organizzare corsi per l'ottenimento della patente di Radioamatore, fino ad arrivare negli anni 80 ad un considerevole numero di iscritti che sfiorava le cento unita'.

I soci fanno parte integrante della protezione civile, partecipando attivamente a esercitazioni e a Radioassistenze.

Durante gli anni si sono avvicendate varie sedi , alcune provvisorie( quanti traslochi...) dalla prima nelle cantine dei Circolo Enal , ai locali offerti dalla Cassa di Risparmio ,che rimane la sede per molti anni, al trasloco in vari locali presso il centro Sociale la Stalla , che ci ospita attualmente.